Tommaso Padoa-Schioppa e “Gli insegnamenti dell’avventura europea” (1999)

Potrebbero interessarti anche...

8 Risposte

  1. Lorenzo D'Onofrio ha detto:

    Era il 1999 (appena varata la moneta unica) e già avvertiva il rischio di possibili RITORNI INDIETRO, cioè della avversione popolare alla prosecuzione del progetto europeo, frutto di un preventivato malcontento che sarebbe stato generato dalla contrazione della spesa pubblica e dalla politica monetaria anti espansiva della BCE… mi sembra molto indicativo:
    “Oggi, nel momento stesso in cui si realizza la moneta unica, certi segni mostrano che gli elettori e le forze politiche scelgono priorità differenti. Questo desiderio di cambiamento condurrà a dei RITORNI INDIETRO (per esempio interruzione del risanamento dei bilanci, interferenze all’indipendenza della politica monetaria) o, al contrario, spingerà a perseguire l’edificazione europea riempiendone le lacune? Ecco la questione che si porrà nei prossimi anni.”

  2. Vittorio ha detto:

    Il manifesto dell’eurocretinismo. Non mi sento di aggiungere altro.

  3. leprechaun ha detto:

    Solo un rilievo tecnico. Degli articoli non esiste un RSS, anche lo “RSS Articoli” punta agli RSS dei soli documenti dell’Associazione (verbali ecc.). Questo articolo, per esempio, non compare da nessuna parte. Anche RSS dei commenti contiene i commenti ma sempre ai documenti dell’Associazione.
    Sarebbero utili dei feed degli articoli.

  1. 18 dicembre 2014

    […] davvero difficile rimproverare i politici per la scelta che fecero. In fondo Padova Schioppa era soltanto più lungimirante, perché conosceva l’obiettivo finale, e voleva profondamente ciò che gli altri comunque o […]

  2. 8 luglio 2015

    […] di rivincita da quando esiste la "costruzione €uropea" – come ben ci racconta un Padoa Schioppa del 1999, esplicitamente tifoso della pace che sarebbe stata garantita dall'amato gold-standard (!), cui si […]

  3. 19 luglio 2015

    […] rivincita da quando esiste la “costruzione €uropea” – come ben ci racconta un Padoa Schioppa del 1999, esplicitamente tifoso della pace che sarebbe stata garantita dall’amato gold-standard (!), […]

  4. 25 luglio 2015
  5. 5 settembre 2016

    […] Eppure la rivoluzione subita dal nostro Paese, cominciata a cavallo fra gli anni ’70 ed ’80 e che oggi sta conducendo all’annientamento della classe media, del nostro tessuto produttivo, ed all’inarrestabile livellamento verso il basso delle condizioni di vita del Popolo italiano, è ampiamente documentata, così come gli interessi perseguiti dai suoi artefici, quelli che Tommaso Padoa Schioppa definiva candidamente come rivoluzionari, avendo cura di specificare che non si trattava di “cospiratori pallidi e magri, ma impiegati, funzionari, banchieri e professori”. […]

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *