Autore: Andrea Franceschelli

1

RIALZARSI ORA O MAI PIÙ

di Davide Parascandolo (ARS Abruzzo) Atteggiamento arrendevole, sguardo basso, estinta ogni voglia di combattere per se stessi e per la propria terra, fuga nella sfera dell’egoismo e dell’individualismo per salvare il salvabile nel momento in cui ogni certezza sembra sgretolarsi. Questi i tratti salienti, duole dirlo, propri al momento di un’intera nazione, di un popolo spento, inebetito, che vive stancamente, che subisce passivamente un disegno eterodiretto e arbitrariamente architettato per renderlo schiavo e impotente, senza che...

1

Ciampi (1995): UE strumento per sposare libero mercato

Il 15/05/1995 Carlo Azeglio Ciampi, già Governatore della Banca d’Italia (1979-1993), ex presidente del consiglio (1993-1994), futuro ministro del tesoro (1996-1999) e futuro  Presidente delle Repubblica italiana (1999-2006), di fronte ad una platea di studenti della università la Sapienza, tiene un discorso nel quale oltre a dichiarsi: “profondo assertore dell’unità d’Europa”, rivela che lo SME è stato uno ” strumento importante per giungere all’UNIONE EUROPEA”. Ci rivela altresì che gli scopi che muovevano la voglia...

0

Cos’è l’ARS

Andrea Franceschelli L’ARS non è soltanto un progetto politico, l’Ars oggi è soprattutto uomini e donne pronti a combattere con le armi della Democrazia per la sua realizzazione. L’ARS è Stefano D’Andrea , oggi leader indiscusso poichè preparato, capace, motivato e sempre pronto a dare tutto sé stesso per gli ideali in cui crede. Ha girato in lungo e in largo l’Italia per far conoscere il progetto politico, ha sacrificato tempo alla famiglia, al lavoro,...

2

Saccomanni, Andreatta, Ciampi e lo SME – La scelta FILOTEDESCA dell’unione monetaria.

Fabrizio Saccomanni, Ministro dell’Economia e delle Finanze nel Governo Letta, supplente del governatore della Banca D’Italia nel consiglio direttivo della BCE e direttore generale della Banca d’Italia, in occasione del convegno “Andreatta economista” del 13/02/2008, considera condivisibili le scelte di politica monetaria e valutaria “FILOTEDESCHE” che hanno avuto come registi Beniamino Andreatta e Carlo Azeglio Ciampi a cavallo tra la fine degli anni ’70 e l’inizio degli anni ’80. Pubblichiamo estratti del discorso: “Io credo...

1

Antonio Martino: manuale del “perfetto neoliberista”

di Andrea Franceschelli (ARS Abruzzo) In questo video del 20/09/2012, Antonio Martino idolatra il neoliberismo elogiandone i caratteri principali: diminuzione della spesa pubblica compiuta attraverso la distruzione dello stato sociale, ma preservando la spesa pubblica bellica; irrinunciabilità della moneta unica; esaltazione del fenomeno globalista (globalizzazione); benefici derivanti dall’uso di OGM; benefici derivanti dalla libera circolazione dei capitali; Per quanto tempo ancora dovremo sopportare tanta insolenza?

0

Andreatta e Prodi, Maestro e discepolo delle “riforme strutturali”

di Andrea Franceschelli In questo video emerge chiaramente il legame ideologico (e non solo) che lega Beniamino Andreatta a Romano Prodi. Il maestro e il discepolo delle riforme strutturali che hanno distrutto il tessuto sociale, industriale ed economico italiano a partire dalla fine degli anni ’70. Con serafica tranquillità Prodi ripercorre alcuni passaggi chiave dello scempio effettuato ai danni del popolo italiano dal “Maestro” Beniamino Andreatta. La crisi, la povertà e le sofferenze che gli...

0

Beniamino Andreatta e Giuliano Amato: “Compagni di giochi” nel saccheggio ai danni della spesa pubblica.

E’ disarmante ascoltare discorsi di politici che hanno “giocato”, per loro stessa ammissione ed in grande complicità, ai danni delle istituzioni democratiche previste dalla Costituzione: “Passavamo lunghi pomeriggi insieme facendo rassegne della spesa pubblica e rassegne di ciò che potevamo fare giocando i rispettivi ruoli, lui di Presidente della commissione, io di ministro per arrivare allo stesso risultato. Scoprimmo un sacco di cose insieme che non andavano nella spesa pubblica, ed insieme congegnammo delle soluzioni...

1

Enrico Letta sul “Divorzio” del 1981 tra Banca D’Italia e Ministero del Tesoro

In occasione del Convegno AREL del 15/02/2011, Enrico Letta (PD) loda le scelte operate dall’allora Ministro del Tesoro Beniamino Andreatta, che, in “grande complicità” con il Governatore della Banca D’Italia Carlo Azeglio Ciampi, cambiò il corso della politica monetaria italiana. La crisi dell’Euro ci fa capire che le scelte operate nel 1981  furono sbagliate. Enrico Letta, prima o poi, se ne farà una ragione. httpv://youtu.be/uSefocmsw10