Repressione finanziaria, potere monetario e cancellazione del debito

Potrebbero interessarti anche...

4 Risposte

  1. Tiziano Fabbri scrive:

    Per adesso, grazie.
    Ho letto tutto, e devo dire che , purtroppo, sono d’accordo.
    Ma come la mettiamo?
    Fondiamo un partito?
    Giriamo le piazze e lo urliamo alla gente?
    Continuiamo a suonarcela fra noi su CDC, Stampa Libera, lettera43 etc.etc.etc ?
    Attendo istruzioni.
    Tiziano Fabbri.

  2. stefanodandrea scrive:

    Caro Tiziano,
    fondare immediatamente un partito ci è apparso ingenuo. Abbiamo scelto la formula dell’associazione. Ma se leggi il Documento di Analisi e proposte che trovi in questo sito, capirai che lo scopo ultimo dell’associazione è promuovere un movimento sovranista o fronte popolare.
    Probabilmente non saremo capaci, entro le successive elezioni politiche (non le prossime), le quali ci saranno tra due o massimo tre anni, di creare l’esercito, che deve essere composto da seimila militanti (necessari per raccogliere le firme) tra i quali mille buoni candidati.
    Ma se saremo bravi e militeremo con passione e intelligenza, formeremo una brigata di mille militanti e duecento candidati. Questo obiettivo è alla nostra portata.
    Noi abbiamo iniziato a presentarci in alcune città. Copio e incollo da una pagina del nostro gruppo facebook, per illustrarti cosa stiamo facendo e che risultati stiamo ottenendo:
    “ASSOCIAZIONE RICONQUISTARE LA SOVRANITA’ – IL PUNTO DELLA SITUAZIONE.

    Cari amici, comincio ad essere fiducioso e comunque quando le prime mete sono raggiunte non ci si può tirare indietro; anzi, bisogna intensificare la marcia.

    Questa sera ho parlato con una ragazza di Chioggia, che ci ha conosciuto ascoltando la mia relazione a Campodarsego: Eleonora Zanellato; lei e il suo compagno si iscrivono e stanno organizzando un incontro nella loro città.

    Domani parto da Viterbo per andare a Pescara, dove incontrerò quattro brillanti ragazzi, che mi auguro si iscriveranno (Lorenzo Lorenzo D’Onofrio, Andrea Franceschelli, Gianluca Baldini e Giovanni Muzii): li inviterò ad organizzare un incontro.

    Venerdì a mezzogiorno sarò a Roma e incontrerò un ragazzo molto valido, amico di Aaron, il quale potrebbe far confluire un nutrito gruppo di persone.

    Il 27 novembre saremo a Caorso (o a Piacenza, ancora non è deciso: andrà Marino Badiale): organizza Emilio Rivoli.

    Il 10 novembre saremo a Cosenza: organizza Italo Romano.

    Un mercoledì’ di novembre (il 7 credo) sarò relatore nella facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Roma tre, assieme a Luigi Ferraioli, invitato da, Lorenzo Madau, uno studente MMT che mi auguro e conto si iscriva.

    Il 2 dicembre saremo a Bologna, in una sala da 200 posti: organizza Mauro Tedesco.

    Oggi ho parlato al telefono con Francisco si è detto disponibile ad organizzare un incontro a Roma.

    Sto attendendo che Debora Ropelato e Sandro Marroni mi facciano sapere: ne parleremo su skype assieme, perché data la (relativa) vicinanza dei posti, sarebbe bene che le date siano fissate in due giorni di seguito. Anche Simona Marasi si sta dando da fare a Parma.

    Un coautore dell’opuscolo, che mi aveva aiutato nella scrittura del Documento di analisi e proposte ma non aveva voluto iscriversi, si iscriverà (mantengo il riserbo sul suo nome).

    Abbiamo entristi in Alternativa (ovviamente mantengo il riserbo) e in altri gruppi (ovviamente mantengo il riserbo).

    Mi raccomando, Aaron, quando organizzerai a Milano, dobbiamo formare il BATTAGLIONE QUARTO OGGIARO.

    Hasta la victoria.”

    Il militanto da solo è costretto alla tastiera. Se nella sua città o cittadina creiamo un gruppo, seppur minuscolo, allora si può militare: volantinare, organizzare incontri con 15 persone, utilizzare “format” che elaboreremo, partecipare come ars ad iniziative altrui, scrivere lettere sulle pagine della stampa locale, ecc. ecc.

    Mi auguro che tu ti iscriverai, servendoti della apposita rubrica in alto. Se dà qualche problema, come ci è stato segnalato, utilizza la casella di posta elettronica indicata in “contatti”.

    Ti risponderò via email e verificheremo se sei in grado di organizzare, magari assieme ad altri, un incontro, anche con un numero relativamente ristretto di persone.

    Resto in attesa
    Stefano

  3. elegantissimo scrive:

    Mi sono appassionato a leggere l’articolo, ma vale la pena rileggerlo attentamente per qualche osservazione più approfondita. Si dice che le grandi scoperte sono avvenute per caso: vedi la penicellina (starnuto occasionale), i raggi x (dimenticanza di una chiave), la gravità(caduta della mela!) e forse altre… Bene occasionalmente mi sono inbattuto in due sigle MES e TSCG acronimo di Meccanismo Economico di Stabilità e Trattato della Stabilità, del Controllo e della Governance ma sopratutto (dopo un’attenta rilettura)che queste due sono funzionali l’una all’altra, ma ancor di più suddite del FMI(Fondo Monetario Internazionale. Non sono uno studioso di economia monetaria o finanziaria ma l’italiano lo capisco…perderemo la Sovranità Nazionale e sottomissione della ns Costituzione ad un’istituzione a delinquere (MES o fondo salvastati che si voglia chiamare)vi prego leggere attentamente il punto (8) e (13) delle premesse e l’art. 32 “status giuridico” del Mes. Finchè vivrò e avrò forza di combattere fisicamente e mentalmente, osteggerò questo progetto voluto dai trattati europei consolidati in quello di Lisbona. Ben venga questa nuova associazione a tutela e difesa della Sovranità della ns amata nazione sopratutto a memoria dei ns cari che hanno sofferto e versato sangue su tutti i fronti bellici per garantirci la LIBERTA’ e la DEMOCRAZIA. Lo sancisce l’art. 1 e lo conferma l’art. 139 della Costituzione . Avanti con le iniziative a difesa delle future generazioni!!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *