Come l’antiberlusconismo tornò utile ai nemici della Costituzione

Potrebbero interessarti anche...

2 Risposte

  1. Arturo Navone ha detto:

    La mia solita domanda quando incontro questa tematica , anche se quì meno marcata, ma prendiamo questo giudizio finale :
    “Pertanto, onde evitare la tentazione di revisionismi apologetici volti a tratteggiarlo come “il nemico dei poteri forti”, dobbiamo ricordare che nei primi anni duemila Berlusconi fu totalmente al servizio del capitalismo internazionale e, dalla Legge Biagi in giù, la sua politica fu genuina espressione del liberismo globalista”.
    Se era totalmente al servizio del capitalismo internazionale come mai questo gli ha regalato 70 processi e DUE COLPI DI STATO e vent’anni d’inferno mediatico ?
    Tralasciando la quisquilia : l’art. 19 comma 10 della legge 262, 28 dicembre 2005 :
    “Con regolamento da adottare ai sensi dell’articolo 17 della legge 23 agosto 1988, n. 400, è ridefinito l’assetto proprietario della Banca d’Italia, e sono disciplinate le modalità di trasferimento, entro tre anni dalla data di entrata in vigore della presente legge, delle quote di partecipazione al capitale della Banca d’Italia in possesso di soggetti diversi dallo Stato o da altri enti pubblici”.
    Quindi la nazionalizzazione della Banca d’Italia unico dopo Mussolini con le riforme bancarie del 1936 che ci hanno salvato fino al 1981; e avrebbe sempre voluto riappropriarsi della sovranità monetaria.
    Concludo chiedendo come pensereste voi di rimanere vivi in questo tipo di sistema senza scendere a compromessi con qualcuno …
    Credo che ben difficilmente riuscirete a rispondermi pragmaticamente 🙂
    Saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *